Andrea era un bambino come tanti altri: sano.

  • Un giorno di ottobre è stato colpito da una brochiolite che con le terapie mediche non sembrava migliorare.
  • Portato in ospedale, venne ricoverato: la saturazione era scesa.
  • Veniva attaccato all’ossigeno e venivano fornite le terapie antibiotiche, areosol, cortisone ecc.
  • La brochiolite si era trasformata in polmonite.

Passavano i giorni e proprio quando sembrava migliorare, di notte Andrea peggiorava ulteriormente e la mattina veniva portato d’urgenza in terapia intensiva per insufficienza respiratoria severa “RDS”.

Dopo 2 giorni di terapia intensiva, Andrea non reagiva alle terapie convenzionali quindi venivamo avvisati che entro 3 ore gli organi di Andrea sarebbero scoppiati e l’unica opportunità che avremmo avuto per tenerlo in vita, era metterlo in ECMO. Esposte tutte le complicazioni che potevano accadere, decidemmo di dare il nostro ok all’operazione.

Andrea era in De Marchi a Milano, non c’era tempo per metterlo sul posto a Bergamo. Fu posizionato a Milano e trasportato all’ospedale di riferimento ma non essendoci l’ambulanza specializzata partimmo con 2 ambulanze alcuni macchinari su una, altri sull’altra. Andrea fu sui giornali per primo trasporto in ECMO e per fortuna andò tutto bene.

Durante il periodo in ECMO Andrea ebbe diverse complicazioni; versamento, scompensi cardiaci, ecc.
Ogni volta che venivamo chiamati nella stanza dei colloqui non erano parole dolci ma dure, che colpivano il cuore e spiegavano la realtà dei fatti.

Poi finalmente il 17 novembre Andrea era migliorato e veniva tolto dall’ECMO. Abbiamo trascorso ancora qualche mese in ospedale e poi finalmente a casa con ossigeno, vasodilatatori per ipertensione polmonare, terapie cortisoniche, ventolin, flixotide ed antibiotico.

Andrea aveva soltanto 5 mesi e mezzo quando successe il tutto.

Allettato diversi mesi dovette ripartire da zero quindi fece tutto in ritardo rispetto agli altri. Eravamo seguiti a casa dall’assistenza domiciliare che forniva sia infermieri sia fisoterapisti.

Ora Andrea ha 7 anni grazie al supporto dei medici di Bergamo abbiamo tolto ossigeno, l’ipertensione è rientrata e non prendiamo più vasodilatatori. Da quest’anno Andrea ha iniziato la scuola ed è andato bene anche se ha fatto tante assenze ma molte meno rispetto agli anni precedenti. Ogni anno diventiamo sempre più forti e più grandi … un vero miracolo!

Noi ormai festeggiamo 2 compleanni: il 18 maggio, il giorno in cui è nato ed il 17 novembre quello della rinascita!

Leggi le altre testimonianze

La storia di Leonardo

... a soli otto mesi, grazie all'ECMO e all'amore della mia famiglia, sono riuscito a superare una delle grandi prove che la vita mi ha messo davanti
leggi tutto

La storia di Elisa

... risponde ma non sento la sua voce … è la sirena dell'ambulanza in codice rosso che sta trasportando mia figlia in ospedale….
leggi tutto

La storia di Gabry

… non era bello vedere nostro figlio con tutti quei tubi nel suo corpo, ma sapere che forse quel macchinario ci avrebbe potuto ridare nostro figlio ci ha dato speranza.
leggi tutto

La storia di Davide

Questa storia inizia nel 2002 con una visita di rinnovo del cartellino della Federazione Italiana di Basket ... Il 2017 è stato per me l’anno della rinascita.
leggi tutto

La storia di Severino

Nel febbraio del 2016, appena tornato da una fiera di lavoro e in procinto di partire per una vacanza mi venne la pessima idea .... mi ha cambiato la vita.
leggi tutto

Facebook          Instagram          YouTube

Share This